Anikakristen

mujer
www.myspace.com/anikakrist…Visto por última vez: Julio 2012

2 scrobblings desde 8 Nov 2009

0 temas favoritos | 0 mensajes | 0 listas de temas | 1 nota

  • Agregar a amigos
  • Enviar un mensaje
  • Dejar un nota

Tu compatibilidad musical con Anikakristen es Desconocida

Crea tu propio perfil musical

Temas escuchados recientemente

Notas

Dejar un comentario. Entra en Last.fm o regístrate.

Conóceme

“As you learn what to look for, you see a world you never knew was there ! " “That’s exactly what happens to me when I write music: I can see things clearly, I am able to notice the different shades, the details and get a clear vision of myself and the world that surrounds me. Music is what gets me in touch with the rest of the world….” Anika is a singer-songwriter with a multi-cultural background, her father is Italian whereas from her mother’s side she is half American and half German. She started travelling the world and living abroad as a little child and speaks fluently English, German and Italian, Spanish quite well and some French. Her songs are mystic and mysterious, which makes them unique and immediately takes the listener into an “oniric” world in which one can get lost but ends up finding his/her true self. Writing music is for Anika a natural process, a real need which drives her towards elaborating what happens and get in touch with the inner “I”. Anika sings practically since the day she was born, at the age of thirteen she started learning guitar, and taking some piano lessons, attending some courses and classes but always fighting structured music teaching, suffering from the idea that there is a one and only way to do music and that some things you simply just “can’t do..”, always believing that there is a one and only aim of music: express oneself and deliver emotions! Deeply influenced by American and British music, Anika spent many years in the United States, a country to which she is still deeply connected. In 1997 she is invited to participate to the “Grammy awards” and participates at the "State Solo and Ensamble Music Festival". In 1998 she is busy writing the music for a theatrical piece “Le voci della Torre”, a trip in the Shakespearian universe. The same year she spends some time in Germany, studying Jazz with Silvia Droste. Back in Italy Anika, finally decides to forget her prejudices against classical music and attends four years of Opera singing lessons, in order to learn the right vocal techniques and breath control. In 1999 Anika moves to Rome and starts University, attending some guitar classes with Maurizio Lazzaro at the ““Scuola di musica popolare di Testaccio” and singing lessons with Giuppy Paone. But soon again Anika decides to follow her own path and study by herself. In 1999 she wins two Scholarships through the S.I.A.E. (Società italiana autori ed editori) and attends the C.E.T. (Centro Europeo di Toscolano), a very well known school founded by Mogol, a very well-known Italian lyrics writer. The same year she attends some piano lessons and gets her “solfeggio” diploma. In 2001, always eager to learn, Anika studies singing with Gabriella Scalise, background vocalist of Alex Britti. In 2003 the album " Journey to expression ",is released, the first collection of Anika’s work. In 2003 Anika is invited to participate to the “Jeff Buckley tribute”, at the “Uncommon ground” in Chicago. She will be invited to return three years in a row, receiving a warm welcome back by the audience. On the third visit she has the honour to be invited to the radio programme at “The East Chicago College Radio” where she presents her album and plays some tracks live. In 2004 Anika tours Germany and is invited to the " Soul Village festival" near Salzburg. She is invited to come back the year after. In 2005 Anika is invited to Malibu (CA), to record at the prestigious studio " Shangri-La" where the “Last waltz” was filmed and where Mark Knopfler has just finished recording his album. During this period Anika meets Mark Knopfler (Dire Straits ) and gets a chance to assist the recording of the live version of the album tracks. The same year Anika gets the chance to meet Ben Harper which confirms to her that playing music is what she wants to do for the rest of her life. “Live session”, the second album is released. In 2006 Anika wins a scholarship and attends the " Musician's Institute " in Los Angeles where she meets many interesting musicians with whom she collaborates and plays live, catching every chance to get her music out there and building up a wide fan club! At the moment Anika is finishing her third album, which will be released shortly! Stay tuned ! Quando scrivo musica è proprio questo quello che mi succede, riesco a cogliere più chiaramente le sfumature, i particolari e riesco ad avere una chiara visione di me stessa e del mondo che mi circonda.

Anika è una cantautrice dalle influenze musicali mistiche e misteriose, avvolte in una unicità che rende ogni sua canzone un mondo onirico in cui perdersi per ritrovare poi se stessi.
Scrivere canzoni per lei è un processo naturale, un bisogno realmente profondo, che nasce dalla necessità di elaborare le cose che succedono ed entrare in contatto con il proprio io.
Inizia a suonare la chitarra e a cantare all'età di tredici anni frequentando di volta in volta diversi corsi in diverse scuole, ma sempre ribellandosi all'idea canonica di musica, insofferente verso qualsiasi tipo di verità assoluta in un campo in cui il vero scopo è esprimere se stessi.
Di origine mista, padre italiano e madre straniera ( parte della sua famiglia vive in Germania, parte in Inghilterra e parte in America ) Anika si trova a viaggiare sin da piccolissima, crescendo trilingue: parla infatti perfettamente inglese, italiano e tedesco.
Sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, influenzata profondamente dalla musica anglosassone con la quale è cresciuta, trascorre diversi anni negli Stati Uniti, mantenendo con questa terra un legame profondo.

Nel 1997 viene invitata a partecipare come cantante solista allo "State Solo and Ensamble Music Festival" negli Stati Uniti, un'importante rassegna annuale collegata ai Grammy Awards.

Nel 1998 compone le musiche per lo spettacolo teatrale "Le voci della torre", un viaggio nell’universo Shakespeariano, versione mistica e riadattata di alcune opere Shakespeariane.

Nel 1998 Anika trascorre un periodo di studio in Germania dove ha occasione di studiare presso Silvia Droste, cantante jazz particolarmente apprezzata.

Tornata in Italia, abbandona tutti i suoi pregiudizi verso il canto lirico, comprendendo l'importanza di una corretta respirazione e impostazione vocale e dal 1998 al 2001 studia canto lirico presso Heidi Hornlein, curatrice di cori e cantante soprano.

Contemporaneamente, trasferitasi a Roma, Anika partecipa al corso di chitarra presso la “Scuola di musica popolare di Testaccio” tenuto dal maestro Maurizio Lazzaro e stage di canto presso Giuppy Paone.

Nel 1999 vince una borsa di studio S.I.A.E. (Società italiana autori ed editori) e frequenta il C.E.T. (Centro Europeo di Toscolano), scuola fondata da Mogol, conseguendo il Diploma come autrice di testi. L'anno successivo, sempre tramite Borsa di studio, ottiene il Diploma di Compositrice.

Sempre affascinata dal pianoforte, inizia nel 2000 a prendere alcune lezioni private di pianoforte e ottiene il Diploma di 1° e 2° anno di solfeggio.

Nel 2001 approfondisce la tecnica del canto seguendo alcune lezioni private di canto presso Gabriella Scalise, corista di Alex Britti.

Nel 2003 esce l'album " Journey to expression ", la prima raccolta di brani giovanili.

Nel 2003 Anika ritorna negli Stati Uniti e viene invitata a partecipare al tributo a “Jeff Buckley”, tenutosi a Chicago.

Nel 2004 viene caldamente reinvitata a partecipare allo stesso evento riscuotendo un'accoglienza molto calorosa da parte del pubblico desideroso di un suo ritorno.

In quella stessa occasione, avendo saputo del suo ritorno negli States, The East Chicago College Radio la invita per un'intervista durante la quale Anika eseguirà alcuni brani live insieme al suo collaboratore Antonio Bonansingo.

Successivamente, Anika viene invitata a partecipare all'evento annuale " Soul Village ", importante manifestazione in una cittadina nei pressi di Salisburgo ( Austria ), dove tornerà l'anno successivo.

Nel 2005 viene invitata a registrare presso gli studi " Shangri-La " a Malibu ( CA ). In questa occasione incontra Mark Knopfler ( Dire Straits ) e ha la possibilità di assistere alla registrazione dell'album intitolato " Shangri-La ". Nello stesso periodo il fortunato incontro con Ben Harper le da l'opportunità di confermare a se stessa che la musica deve rimanere parte della sua vita.

In questo stesso anno esce " Live Sessions ", seconda raccolta di brani.

Nel 2006 vince una borsa di studio e frequenta il " Musician's Institute " a Los Angeles conoscendo musicisti e sfruttando qualsiasi occasione per suonare dal vivo.

Tornata in Italia, sta lavorando al suo terzo album di prossima uscita.

Actividad reciente